Commissione strumentazione e calcolo

Home » 2015 » Maggio

Monthly Archives: Maggio 2015

Congresso AIC: spostamento deadline!

Cari soci,

La scadenza per la sottomissione degli abstract e per i pagamenti early bird del congresso AIC 2015 a Vercelli è stata spostata al 15 giugno 2015. La richiesta di grants non è invece più possibile.

Marco Milanesio , per il comitato scientifico ed organizzatore

BORSE congresso AIC a Vercelli….scadenza DOMANI!

Cari tutti,

La presente per ricordarvi che il giorno 26/05/2015 -DOMANI- scade il termine improrogabile per la richiesta di borsa per il congresso di cristallografia (AIC) ed. 2015 che si terrà a Vercelli presso l’Università del Piemonte Orientale, nei giorni 14-18 settembre 2015. Sul sito

http://www.cristallografia.org/congresso2015

Sollecito quindi gli aventi diritto a chiedere la borsa entro il termine improrogabile del 26 maggio 2015 e ad ognuno di voi a trasmettere l’informazione ai giovani e giovanissimi cristallografi magari ancora non iscritti alla mailing list. Vi ricordo che la richiesta di borsa si effettua caricando sul sito il CV e la lettera di presentazione cliccando sull’apposito link a cui si accede dalla pagina di registrazione

http://www.cristallografia.org/congresso2015/eng/register.asp

Aspettando di vedervi numerosi a Vercelli, il comitato organizzatore e scientifico porgono i più cordiali saluti

Per i comitati organizzatore e scientifico, Marco Milanesio

Al Socio Luca Bindi il premio Presidente della Repubblica 2015!

Cari soci,

è con grande piacere che vi inoltro questa comunicazione riguardante l’assegnazione del Premio Presidente della Repubblica 2015 al Prof. Luca Bindi, assegnatogli dall’Accademia Nazionale dei Lincei.

A Luca Bindi le più sentite congratulazioni.

Saluti

Annalisa Guerri

RELAZIONE SINTETICA PER IL CONFERIMENTO DEL PREMIO NAZIONALE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA (2015):

Il Prof. Luca Bindi ha 44 anni ed è autore di oltre 200 pubblicazioni su riviste internazionali qualificate, che gli hanno fruttato l’assegnazione di numerosi e sempre più prestigiosi riconoscimenti, graduati nel tempo verso mete sempre maggiori: il Premio Panichi della Società Italiana di Mineralogia e Petrologia nel 2004; il Premio Nardelli della Associazione Italiana di Cristallografia nel 2006; la Excellence Research Medal della European Mineralogical Union nel 2006; il Foreign Outstanding Young Researcher Award della Società Mineralogica Russa del 2007; il premio internazionale Luigi Tartufari per la Geologia dell’Accademia Nazionale dei Lincei nel 2010; la Medaglia d’Oro Galileo dall’Associazione Micromineralogica Italiana nel 2014. Luca Bindi ha contribuito alla scoperta di 47 nuove specie mineralogiche. Tra queste spicca, per essere stata citata come determinante nella citazione di conferimento del premio Nobel per la Chimica 2011 all’israeliano Dan Schechtman, quella della

icosaedrite, primo quasicristallo naturale, rinvenuta in grani micrometrici  nella meteorite di Khatyrka, nella montagne Koryak, penisola di Kamchatka, Russia. La scoperta di questo primo quasicristallo naturale, avvenuta nel 2009, ha aperto una nuova frontiera allo ricerca sullo stato solido, non solo fornendo all’Ingegneria dei materiali un’intera nuova categoria di composti da sintetizzare con un amplissimo potenziale d’uso, ma anche apportando concezioni innovative alle Geoscienze, all’Astrofisica e alla Cosmochimica. Questa scoperta ha posto fine a trent’anni di discussioni sulla stabilità o instabilità dei quasicristalli, che il Premio Nobel Schechtman aveva sintetizzato in laboratorio nel 1984 e ha ispirato la ricerca di nuove conformazioni simmetriche della materia solida con caratteristiche fisiche e chimiche che potrebbero tradursi in uno scatto in avanti dell’ingegneria, garantendo nuove utilizzazioni e applicazioni. Un nuovo quasicristallo, la decagonite, scoperto questo anno dal gruppo che fa capo a Bindi, ne è la prima conferma.

Max Perutz prize 2015

Cari soci,

è con piacere che vi annuncio che il vincitore del Max Perutz Prize per l’anno 2015 è il Prof. John Helliwell (Manchester, UK). Di seguito la motivazione

The prize has been awarded for his long, generous and fruitful dedication to developing all aspects of the use of synchrotron radiation for crystallography.  He has given significant support to the global development of synchrotron and neutron facilities. In addition to his pioneering achievements and to the key role he played in the development of experimental beamlines for structural biology worldwide, he also has been constantly engaged in outreach and dissemination of crystallography to both the scientific community and general public.

Annalisa Guerri

Standard per quantitativa NIST?

Cari colleghi cristallografi,

invio questa mail, soprattutto ai colleghi “polveristi”, per conoscere la loro opinione sulle informazioni riportate nel certificato dello standard NIST 674B (http://www.cristallografia.org/uploaded/614.pdf ) e che si riferisce a materiali costosi forniti come standard per l’analisi quantitativa.

Soprendentemente, come testimoniato nel certificato,

le percentuali di standard “cristallino” deviano in modo significativo dal 100 %, e non esiste menzione  su quale ne sia l’origine. Pensare ad un >10% di contaminante in uno standard NIST mi fa saltare sulla sedia.

Qualcuno ha esperienza di materiali alternativi (o comunque affidabili) che si possono comprare da Aldrich/Fluka o simili, o che addirittura si possono fare in casa? Io pensavo a MgO (difficile pensarlo amorfo o polimorfico) o NaF (se opportunamente ridotto a polvere senza PO ed essicato in stufa).

Grazie dell’attenzione

Norberto

Nota di Monica Dapiaggi: i commenti successivi (non firmati da me) sono arrivati via mail e sono stati aggiunti dalla sottoscritta con l’autorizzazione degli autori

Deadline premi AIC rinviata…

A tutti i possibili candidati:

la deadline per i premi AIC è stata rinviata a domenica 10 maggio…siete ancora in tempo per partecipare!

MD

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: